Quotazione Petrolio 7 febbraio 2017: prezzo benzina e diesel, l’impatto di Trump

La quotazione del petrolio di oggi 7 febbraio 2017 conferma l’andamento degli ultimi due mesi, una continua oscillazione in un range ben preciso che però permette agli studiosi valutazioni poco precise poiché non vi è alcun segnale né di calo e né di rincaro, potremmo definire dunque la situazione attuale come un momento di stallo. Ecco l’impatto che può avere Trump in borsa ed a quanto ammonta il prezzo di benzina e diesel.

A quanto ammonta la quotazione del petrolio oggi 7 febbraio 2017?

Prendendo come oggetto di riferimento il West Texas Intermediate (WTI), utilizzato benchmark nel mondo del trading, la quotazione di oggi 7 febbraio 2017 del petrolio si aggira intorno ai 53.16 dollari al barile, ammontare che rientra perfettamente nel range di prezzo che è stato rispettato negli ultimi due mesi, con picchi in negativo fino a 52 dollari mentre i giorni più positivi hanno visto un barile corrispondere a 54 dollari circa. Per quanto riguarda invece il Brent, attualmente è quotato circa 55.90 dollari al barile, cifra leggermente in calo rispetto agli ultimi giorni ma che anche in questo caso rientra nel range che negli ultimi due mesi ha contenuto il valore del petrolio nonostante le oscillazioni giornaliere.

L’impatto di Trump ed il prezzo di benzina e diesel

Che Trump fosse una mina vagante per mercati e borse che poteva far spiccare il volo o distruggere il valore di qualsiasi azione, si sapeva da tempo. Al momento il braccio di ferro fra Trump e l’Iran, iniziato con l’inclusione dell’Iran nella lista dei paesi a sfondo musulmano con cui verrà tagliato qualsiasi tipo di rapporto dal nuovo presidente americano e continuato con il test balistico sul nucleare effettuato dalle forze armate iraniane, sembra giocare a favore della quotazione del petrolio. Nonostante infatti l’aumento delle scorte di carburante e benzina che aveva inizialmente creato scompiglio sul mercato e abbassato notevolmente le quotazioni di WTI e Brent, il colpo è stato ben attutito proprio per la minaccia da parte di Trump di sanzionare nuovamente l’Iran, azione che gioverebbe certamente dal punto di vista dei mercati.  Sul fronte benzina e diesel invece al momento in Italia il prezzo medio del gasolio è pari a 1.394 con il miglior prezzo registrato pari a 1.361 in Abruzzo, nella medesima regione è stato anche toccato il prezzo più basso del giorno per quanto riguarda la benzina con 1.502 al litro a fronte di una media generale invece pari a 1.548.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *