Dal quasi fallimento al pareggio di bilancio, il Lazio di Zingaretti si prepara al taglio dell’Irpef dopo quello del ticket sanitario

zingarettiIl presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti ha annunciato oggi un altro taglio delle tasse, dopo quello del ticket sanitario ora toccherà all’Irpef. Risulta incredibile pensare che soltanto qualche anno fa la Regione Lazio era sull’orlo del fallimento, con un debito di oltre 10 miliardi di euro, mentre oggi si parla di tagli delle tasse.

Questo è stato possibile grazie al raggiungimento del pareggio di bilancio, attraverso le politiche di taglio della spesa, riduzione dei costi, ammodernamento ed efficientamento degli ultimi anni.

Ora finalmente si parla di tagli delle tasse, e dopo quello sui ticket sanitari adesso tocca all’Irpef.

TAGLIO DEL’IRPEF PER I REDDITI FINO A 75.000€, RISPARMI FINO A 110 MLN DI EURO

Il taglio dell’Irpef avverrà nel 2017, ed inizierà a sortire gli effetti sperati soltanto nel 2018. Si tratta del taglio dell’addizionale regionale per i redditi compresi tra i 15.000€ ed i 75.000€.

I contribuenti in questo modo risparmieranno fino a 110 mln di euro, ed il taglio dell’aliquota sarà decrescente in base al reddito, con tre scaglioni d’intervento.

Con un reddito compreso tra i 15 ed ai 28.000€ il taglio dell’aliquota sarà dello 0,5%, per quelli tra i 28 ed i 55.000€ sarà dello 0,4%, mentre per i redditi compresi tra i 55 ed i 75.000€ il taglio dell’aliquota sarà dello 0,3%.

Il prelievo complessivo andrà quindi dal 2,83% fino ad arrivare al 3,3% per i redditi fino a 75.000€. In totale, comprese le misure adottate negli anni passati ed ancora in vigore, nel 2017 i tagli toccheranno un totale di 323 mln di euro, che sarà anche quanto risparmieranno i contribuenti della Regione Lazio.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *