Prestiti senza busta paga al bando: erogazioni solo per dipendenti e pensionati. I requisiti Compass, Findomestic e Agos per i prestiti online

prestiti personali

Richiedere oggi un prestito senza busta paga è pressochè impossibile. Per ottenere un finanziamento, grande o piccolo che sia, è necessario disporre di una busta paga o di una pensione di anzianità. Banche e finanziarie, quindi, hanno smesso di erogare prestiti senza busta paga. Ma non solo, è difficile ottenere un finanziamento perfino per i liberi professionisti, i dipendenti a tempo determinato e i dipendenti delle piccole aziende locali.

Qui di seguito cerchiamo di dare uno sguardo ai requisiti necessari per ottenere un finanziamento con alcuni dei principali istituti di credito che operano nel nostro paese, mentre per chi non avesse un lavoro a tempo indeterminato rimandiamo a questa guida al prestito senza busta paga.

Prestiti online Agos con busta paga o pensione

Innanzitutto, è opportuno, prima di richiedere un prestito personale, conoscere con precisione quali sono i requisiti fondamentali che occorrono per potere accedere al servizio che, si ricorda, può essere effettuato direttamente online tramite il sito ufficiale dell’Istituto di credito.

Le caratteristiche utili e la documentazione che chiede Agos, in realtà, sono molto semplici. In effetti, basta avere un’ età compresa tra i 18 e i 75 anni, essere in possesso di un reddito dimostrabile, avere la residenza italiana ed essere titolari di un conto corrente.

>> CLICCA QUI E TROVA IL MIGLIOR PRESTITO PERSONALE ONLINE <<

Comunque sia, è bene sapere anche quali sono i migliori prestiti personali per tutti coloro che fanno parte della categoria dei dipendenti. Infatti, un lavoratore che in questo momento decidesse di richiedere una certa somma di denaro, potrebbe trovare interessante l’opzione denominata Cessione del Quinto.

Ciò sta a significare che il finanziamento avviene proprio tramite la busta paga in modo sicuramente molto comodo e pratico. Si può, quindi, ottenere un prestito personale non finalizzato, trattenendo 1/5 dal proprio stipendio, senza dovere fare altre operazioni.

Se, allora, un lavoratore dipendente, per fare un esempio, volesse farsi prestare ben 16.000 euro e decidesse di risolverla in 96 rate mensili, il pagamento, per l’appunto, verrebbe prelevato direttamente dalla busta paga. La cifra esatta sarebbe pari 238,30 euro con un tan del 8.91% e un taeg del 10.20%.

Prestiti online Compass con busta paga o pensione

A dire il vero, anche l’altro Istituto di credito suddetto ovvero Compass, mette a disposizione un servizio certamente molto vantaggioso per i lavoratori, dando, perciò, la possibilità di richiedere un finanziamento rapidamente tramite un iter che favorisce proprio tutti i dipendenti con soluzioni personalizzate.

Andiamo, allora, a conoscere, anche in questo caso, cosa viene offerto da questo Istituto di credito. Ancora, la procedura si ha modo di completarla attraverso il sito ufficiale di Compass e la Cessione del Quinto, è giusto sottolinearlo, porta con sé ottime opportunità.

Infatti, non richiede nessun garante, la rata mensile non supera il 20% dello stipendio, si ha, inoltre modo di rimborsare il tutto in ben 10 anni, si può richiedere un anticipo e non ci sono neppure le spese di intermediazione. Calcolando il preventivo, allora, si possono dedurre queste cifre.

Se un tal lavoratore dipendente richiedesse 9.000 euro per l’acquisto di una nuova automobile, potrebbe decidere in quante rate pagare. Se optasse per 80 rate, la somma mensile sarebbe di 193,64 euro. Poi, è anche utile sapere che il tan sarebbe del 9.90% e il taeg, invece, sarebbe dell’ 11.45%. Insomma, una soluzione sicuramente favorevole per i dipendenti che non sono obbligati a iter lunghi e noiosi nella richiesta di un finanziamento.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *