Banco Posta: il Prestito Acquisto Casa e il Prestito Flessibile, quali sono le differenze?

prestito acquisto casa e flessibile

In questo articolo si vuole trattare di due tipi di finanziamento particolare che propone Banco Posta di cui si andranno anche a evidenziare le rispettive differenze. Il primo viene denominato Prestito Acquisto Casa e il secondo si definisce Prestito Flessibile. Vediamo, dunque, nel dettaglio di che cosa si tratta.

Prestito Acquisto Casa: adatto per le giovani coppie che desiderano comprare la prima abitazione

Come da titolo, quindi, in questo primo paragrafo cerchiamo di dare una descrizione dettagliata del Prestito Acquisto Casa e scopriamo in che cosa esattamente consiste. Per le giovani coppie oppure semplicemente per una persona giovane che sta iniziando a muovere i primi passi fuori di casa, una delle cose più importanti è sicuramente la possibilità di acquistare la propria casa.

Comunque sia, non è sempre facile poterselo permettere, soprattutto se non si dispone di uno stipendio sufficientemente adeguato per realizzare questo obiettivo. Banco Posta, in effetti, ha deciso di venire incontro proprio a tutti coloro che stanno pianificando questo genere di progetto.

Innanzitutto, è opportuno specificare che chi volesse procedere con il suddetto finanziamento deve essere titolare di un conto corrente Banco Posta. Dopodiché, è a dir poco semplice sottoscrivere un prestito personale come questo. Infatti, grazie al Prestito Acquisto Casa è possibile richiedere fino ad un massimo di 60.000 euro, cifra che può consentire di pagare quasi totalmente un’abitazione di discrete dimensioni.

Inoltre, perfino le rateazioni che si possono fare sono certamente favorevoli, dato che si può rimborsare il finanziamento con un minimo di 36 rate ad un massimo di addirittura 120. Si vuole anche aggiungere che questo prestito personale può coprire persino le pertinente dell’abitazione come potrebbero essere, per esempio, un garage, un box oppure una cantina.

Con il Prestito Flessibile di Banco Posta si può richiedere fino ad un massimo di 30.000 euro che si può rimborsare in 108 rate

Come si diceva, Poste Italiane mette a disposizione un altro prestito ovvero quello che viene chiamato Prestito Flessibile. Ed è proprio l’obiettivo di questo paragrafo vedere la differenza tra quello che si è mostrato poco sopra. Se si clicca sulla home page del sito ufficiale e ci si indirizza sulla sezione dei finanziamenti, si può notare che è attivo anche questo prestito personale.

Ora, si evince che il Prestito Flessibile risulta interessante proprio perché ha la capacità di adattarsi alle più disparate esigenze di ogni utente. Prima di tutto, si viene a sapere che lo stesso permette di richiedere una somma che parte da 3.000 euro fino ad un massimo di 30.000 euro.

Per di più, anche in questo caso, c’è la possibilità di protrarre il rimborso del finanziamento in tante rateazioni. Infatti, per tutti coloro che non desiderano dilungare i tempi si possono fare anche solo 24 rate e, invece, per chi non ne avesse modo, può anche cavarsela con 108 rateazioni.

Ma non solo. In effetti, si può anche cambiare l’importo della rata in corso d’opera oppure persino posticipare la rateazione al termine del finanziamento. Ciò è davvero molto importante, dato che, in questo modo, si può combinare il rimborso e la durata dello stesso in una maniera vicina alle proprie necessità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *