Prestiti personali: tassi di interesse ancora giù, ecco le nuove offerte Findomestic online

Ancora buone notizie per chi si appresta a richiedere un prestito personale online. I tassi di interesse, infatti, continuano a mantenersi bassi, su livelli che non si vedevano da anni. D’altronde i tassi di riferimento dell’Euribor sono da mesi in territorio negativo ed è più che normale che prestiti e mutui ne abbiano beneficiato in maniera significativa.

Prestiti Personali Findomestic: le offerte di Dicembre 2016

Come detto Findomestic, una delle più importanti finanziarie che operano sul territorio nazionale, ha lanciato la nuova offerta per il mese di Ottobre. Se da un lato il Tan applicato al finanziamento non risulta essere particolarmente conveniente (siamo poco sopra il 6%), va detto che al finanziamento non vengono applicate particolari spese.

Come sempre, infatti, consigliamo di verificare il Taeg, ossia il tasso di interesse che indica le spese complessive di un finanziamento. in questo caso il prestito Findomestic, con un taeg del 6,45% risulta essere davvero molto interessante.

Prestiti personali: attenzione alle condizioni di erogazione

Come abbiamo detto i prestiti personali stanno vivendo un periodo molto positivo. I tassi di interesse sono bassi e le richieste da parte dei clienti arrivano numerose. Ma non è tutto oro quello che luccica. Non è un mistero, infatti, che per via dell’andamento dei tassi di interesse, sia molto poco conveniente, da un profilo economico, emettere un prestito.

Per questo banche e finanziarie hanno reso più complessi i controlli interni cercando di erogare prestiti personali solo a chi offre delle solidissime garanzie. Tradotto significa che molti istituti di credito tendono ad erogare un finanziamento solo a dipendenti pubblici o di grandi aziende e ai pensionati.

Questo permette loro di poter limitare il rischio di insoluti e di trovarsi con quanti meno crediti inesigibili in pancia. Un’arma a doppio taglio che rischia di tagliare fuori dal credito una larga fetta della popolazione

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *