Rapporto Battaglia dell’Oxfam stila lista dei paradisi fiscali complici dell’evasione: ben 4 sono in Europa.

evasioneI ricercatori dell’Oxfam hanno redatto il consueto rapporto sui paradisi fiscali e l’analisi delle loro politiche di attrazione di capitali, che vede ben 15 paesi aver aumentato drasticamente il loro livello di aggressività.

Il fenomeno sta diventando ogni anno più drammatico, con miliardi e miliardi di euro che ogni anno vengono sottratti all’erario, a danno dei normali cittadini che sono vedono costretti a reggere da soli il peso delle spese sociali.

Nella lista dei paesi più aggressivi del mondo ci sono Bermuda, Isole Cayman, Svizzera, Singapore, Curaçao, Hong Kong, Bahamas, Jersey, Barbados, Mauritius e le Isole Vergini britanniche.

5 i paesi europei che compaiono in questa lista, i Paesi Bassi in terza posizione, l’Irlanda in sesta, il Lussemburgo in settima e Cipro in decima posizione.

I criteri per valutare l’aumento di aggressività finanziaria nell’attrazione di capitali sono stati, la concessione di incentivi fiscali non redditizi per il Paese stesso, l’applicazione di aliquote fiscali zero per i redditi dovuti ad attività d’impresa e l’adozione di misure di contrasto alle attività internazionali di ricerca e sanzione dell’elusione ed evasione fiscale.

EVASIONE FISCALE, URGONO POLITICHE INTERNAZIONALI COORDINATE

I ricercatori dell’Oxfam fanno notare come vengano sottratti ogni anno più di 100 miliardi di euro soltanto nei paesi più  poveri, soldi che sarebbero necessari per l’istruzione e le cure mediche di oltre 125 milioni di persone.

Anche in Europa la situazione diventa sempre più drammatica, con l’aliquota sui redditi di impresa che nella media è scesa dal 40% al 30% in soli venti anni, a tutto discapito dei lavoratori dipendenti e delle piccole e medie imprese.

Urgono provvedimenti e coordinamenti giuridici internazionali, per porre un freno ad una situazione che sta diventando di anno in anno sempre più drammatica, con le multinazionali sempre più libere di muoversi eludendo il pagamento delle imposte.

Occorrono legislazioni internazionali e l’abolizione della guerra delle aliquote fiscali al ribasso, una metastasi che sta colpendo la nostra società aumentando la diseguaglianza e la povertà.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *