Moduli esenzione canone rai: dove trovarli e come compilarli?

Come ormai tutti si saranno accorti, nel corso degli ultimi anni c’è stata una vera e propria rivoluzione per quanto riguarda la riscossione del canone Rai: è vero che rispetto al passato c’è stata una riduzione dell’importo, ma è altrettanto vero che ora i contribuenti se lo ritrovano addebitato (a rate) nella bolletta della luce; sono davvero molte le persone interessate a sapere dove trovare e come compilare i moduli di esenzione dal canone Rai.

Chi può non pagare il canone Rai?

Il modulo di esenzione dal canone Rai non è altro che una dichiarazione sostitutiva che i cittadini che credono di non dover pagare la tassa sulla tv devono compilare e far arrivare all’Agenzia delle Entrate. I motivi per cui non si intende pagare quella che molti hanno definito la tassa più antipatica del mondo possono essere tanti: chi non ha alcun televisore in casa deve compilare il modulo disdetta del canone Rai per non possesso tv: il documento, debitamente compilato, deve essere trasmesso per via telematica oppure, se non fosse possibile, tramite posta raccomandata all’indirizzo Agenzia delle Entrate, Ufficio di Torino 1 SAT, sportello abbonamenti TV – C.P. 22 – 10121 Torino (allegando anche la copia di un documento di identità).

L’assenza di un televisore in casa non è l’unico caso di esenzione: il canone Rai non è dovuto per le seconde case, nel caso in cui la fornitura elettrica sia intestata ad un altro familiare, se l’abitazione è stata data in affitto, ma la bolletta della luce è ancora intestata al proprietario, se l’intestatario dell’utenza rientra tra i soggetti esenti (tra cui ci sono le persone con almeno 75 anni di età e un reddito non superiore ai 6.713 euro annui). Il canone Rai deve essere pagato solo per le abitazioni principali e va pagato una sola volta per famiglia, a prescindere dal numero di televisori presenti in casa. In tutti gli altri casi i gestori del servizio elettrico non dovrebbero addebitare il costo del canone nella bolletta, ma se non è così sono i contribuenti stessi a dover inviare i moduli di esenzione dal canone Rai.

Dove trovare e come compilare i moduli di esenzione dal canone Rai?

La richiesta di esenzione dal canone Rai deve essere inviata entro la fine di gennaio, in modo da poter evitare il pagamento per l’intero anno; se la richiesta invece viene inviata dopo, l’esenzione scatta a partire dal primo luglio. Sul sito dell’Agenzia delle Entrate è possibile trovare il modello della dichiarazione sostitutiva relativa al canone Rai con le sue istruzioni per la compilazione. I moduli possono essere inviati direttamente dal contribuente sfruttando i servizi online dell’Agenzia delle Entrate oppure ci si può affidare ad un intermediario abilitato. Come abbiamo visto prima, se non è possibile trasmettere la documentazione per via telematica si può ricorrere alla posta tradizionale (e in questo caso si considera come data di presentazione della dichiarazione quella impressa nel timbro postale).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *