Come ottenere piccoli prestiti per pensionati oltre i 70 anni

Facendo un giro tra le filiali di banche e finanziarie oppure navigando tra i vari siti che trattano l’argomento è possibile vedere che di norma per ottenere un prestito personale non bisogna avere un’età superiore ai 70 (massimo 75) anni nel momento in cui terminerà il piano di rimborso. Ma per chi non è più giovanissimo quante chance ci sono di ottenere un finanziamento? Cerchiamo di capire come ottenere piccoli prestiti per pensionati oltre i 70 anni.

RICHIEDI IL TUO PRESTITO

Si possono ottenere finanziamenti oltre i 70 anni?

Non è difficile capire il motivo per cui le banche e le finanziarie risultano essere restie nel concedere prestiti a persone che hanno più di 70 anni: oltre questa soglia l’aspettativa di vita delle persone tende a ridursi abbastanza velocemente e di conseguenza anche per l’istituto di credito si riducono le possibilità di rientrare in possesso dell’intero importo finanziato. Per fortuna esiste la possibilità di ottenere dei piccoli prestiti per pensionati oltre i 70 anni.

L’esempio tipico è quello dei piccoli prestiti per pensionati Inpdap (anche se ormai da diversi anni vengono erogati e gestiti dall’Inps, questi finanziamenti a favore degli ex dipendenti pubblici continuano ad essere chiamati così): per poterlo richiedere il pensionato deve essere stato dipendente di un ente pubblico e deve risultare iscritto al Fondo credito, al quale ha regolarmente versato il contributo (l’aliquota dello 0,15% viene trattenuta direttamente dal cedolino). Con i piccoli prestiti per pensionati Inpdap si possono richiedere importi pari a una, due, tre o quattro mensilità di pensione, che devono essere rimborsate rispettivamente in 12, 24, 36 o 48 mesi.

Se non ci sono ulteriori trattenute sulla pensione (ad esempio per una cessione del quinto) è possibile richiedere la doppia mensilità (con un importo massimo pari a 8 mensilità da restituire in 4 anni), rispettando in ogni modo il limite del quinto cedibile. Sui piccoli prestiti per pensionati Inpdap viene applicato un tasso di interesse particolarmente vantaggioso (4,25%), ma bisogna tenere conto anche delle spese di amministrazione (0.50%) del premio fondo rischi, che viene applicato in base alla fascia di età e alla durata del piano di rimborso.

Altri piccoli prestiti per pensionati

I piccoli prestiti per pensionati Inpdap sono un’opzione, ma non sono l’unica alternativa: ad esempio Findomestic permette di richiedere prestiti personali fino ai 75 anni, mentre Intesa SanPaolo offre un prodotto specifico PerTe Prestito Pensionati iNPS) che può essere richiesto da tutti i pensionati Inps fino ad 83 anni di età al momento della domanda (alla scadenza del piano di rimborso non bisogna avere più di 85 anni).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *