La registrazione di un marchio comporta dei costi: la loro entità dipende da diversi fattori, ma grazie alle informazioni contenute in questa pagina sarà possibile farsi un’idea sulla spesa a cui si può andare incontro. Vediamo come fare e cosa sapere per scoprire quanto costa registrare un marchio.

Cosa sapere per calcolare quanto costa registrare un marchio

I costi da sostenere per registrare un marchio dipendono innanzi tutto dall’ampiezza della tutela, sia a livello geografico che a livello merceologico: ad esempio, chi decide di operare solo in Italia e per una sola classe merceologica andrà sicuramente incontro a spese minori rispetto a chi vuole operare anche nel resto d’Europa o addirittura in Paesi extra UE. Ma non è tutto: oltre alle tasse di registrazioni che vanno pagate ai singoli uffici (che rimane comunque la spesa più rilevante), il costo complessivo dell’operazione comprende anche l’eventuale compenso del professionista a cui ci si rivolge per portare avanti la pratica.

Gli aspetti fondamentali da considerare per sapere quanto costa registrare un marchio sono fondamentalmente due, ovvero: la territorialità (cioè i paesi in cui si vuole commercializzare i propri servizi o prodotti) e il numero delle classi merceologiche coperte. Considerando questi due fattori è semplice conoscere il costo della tasse registrazione:

  • registrare un marchio in Italia comporta 177 euro di tasse per dieci anni di validità;
  • registrare un marchio in Europa comporta 850 euro di tasse per dieci anni di validità;
  • registrare un marchio internazionale comporta 800 euro di tassa base più le tasse richieste da ogni singolo Paese in cui si vuole operare;
  • registrare un marchio in Paesi che non aderiscono al marchio internazionale comporta un costo variabile in base alle richieste dei singoli Stati e si parte da un minimo di 980 euro fino ai 4.000 euro (più altri 1.000 euro per spese di autenticazione e legalizzazione della procura) richiesti dagli Emirati Arabi Uniti.

Come fare se si vuole tutelare il marchio per più categorie merceologiche?

Quelli a cui abbiamo fatto riferimento sono i costi relativi alla registrazione del marchio per una sola categoria merceologica: cosa succede se si vuole tutelare il marchio per più classi? Le tasse richieste possono aumentare, anche se questo dipende dalle scelte dei singoli Paesi: chi registra un Marchio Europeo deve aggiungere 50 euro per la seconda classe e 150 euro per ogni classe successiva; in alcuni Stati (A Macao e negli Emirati Arabi, ad esempio) non è neanche consentito il deposito di un solo marchio per più classi merceologiche. Ricordiamo che in nessun caso è possibile aggiungere una classe merceologica dopo la registrazione del marchio, quindi se si vuole espandere la tutela ad una nuova classe sarà necessaria presentare una nuova richiesta di registrazione del brand.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *