Un posto di lavoro si trova con sempre più fatica, gli stipendi che vengono proposti sono sempre più bassi, mentre i prezzi delle cose sembrano diventare sempre più alti: in uno scenario del genere sono tante le persone che devono riuscire ad arrivare a fine mese con un budget molto limitato; si può vivere con 800 euro al mese? Cerchiamo di capire come si fa riepilogando i migliori consigli su come risparmiare.

Come risparmiare sull’alloggio e le bollette

Ci sono molte persone che decidono di vivere con 800 euro al mese, ma nella maggior parte dei casi non si tratta di una scelta; è importante capire su cose è possibile risparmiare per poter non arrivare a fine mese con l’acqua alla gola. Ovviamente c’è molta differenza tra chi ha un budget di 800 euro ed ha una casa di proprietà (o comune ha uno spazio dove può alloggiare gratuitamente) e chi invece vive in affitto: l’entità del canone di locazione può variare molto da città a città, ma anche da zona a zona nello stesso comune, quindi si dovrebbe optare per soluzioni economiche (ma comunque dignitose).

Può essere fondamentale anche il numero delle persone con cui si condivide l’alloggio: se i conviventi sono a carico (ad esempio i figli) le cose si fanno davvero molto dure, mentre la presenza di un coinquilino potrebbe essere l’opzione migliore, visto che permetterebbe di condividere le spese. Quando si hanno pochi soldi a disposizione bisogna cercare di risparmiare anche sulle bollette, quindi si devono trovare le tariffe più convenienti per quanto riguarda le utenze di acqua, luce e gas (i siti comparatori possono essere molto utili); si potrebbe fare a meno della linea telefonica se si ha un buono smartphone che si può utilizzare anche come modem: ormai molte compagnie di telefonia mobile propongono offerte con un buon numero di giga ad un prezzo decisamente più basso rispetto a quello di una linea fissa.

Come vivere con 800 euro al mese: come programmare la spesa

Per risparmiare è necessario programmare le spese. Prima però bisogna cercare di capire come si spendono i soldi, in modo da individuare dove è possibile fare dei tagli. Bisognerà per forza ridurre le uscite legate agli sfizi (ridurre, non eliminare: svagarsi un po’ è importantissimo). Una parentesi a parte va aperta per l’argomento auto: in alcuni casi è necessario avere una macchina, ma in altri questa potrebbe risultare addirittura superflua; bisogna quindi cercare di capire se conviene spendere soldi in carburante, assicurazione, bolli, officina oppure utilizzare i mezzi pubblici; è impossibile generalizzare, è una cosa che va valutata caso per caso.

E poi c’è da parlare della spesa: per vivere con 800 euro bisogna cercare di risparmiare anche su questo! Bisogna seguire con molta attenzione le offerte pubblicate sui volantini, trovare ed utilizzare i coupon e i buoni sconto (non è così difficile) e magari acquistare i prodotti del discount al posto di quelli di marca. Per quanto riguarda l’extra alimentare non sarebbe una cattiva idea concentrare gli acquisti nel momento dei saldi oppure nelle occasioni in cui ci sono sconti o promozioni (ad esempio il Blak Friday), ma non si deve sottovalutare il mercato dell’usato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *