Brexit: Sterlina, Euro e Dollaro. Come affrontare la settimana di trading

brexit tradingIl Forex, il mercato delle valute, quello con la più alta liquidità del mondo, si appresta a vivere dei momenti indimenticabili. Dopo la decisione della Gran Bretagna di uscire dall’Europa, si sono aperti molti scenari interessanti per gli investimenti. Si tratta di un evento storico, che non si sa dove porterà, ma di certo regalerà una volatilità molto alta per un bel periodo di tempo.

Questo, soprattutto sulle coppie Sterlina-Euro, Sterlina-Dollaro americano, Dollaro americano-Euro, Dollaro americano-Franco svizzero, Sterlina-Franco svizzero e Euro-Franco svizzero. Per adesso, la valuta che sta risentendo maggiormente della decisione britannica è ovviamente la Sterlina, che chiude a 1,22 sull’Euro, sicuramente un risultato pessimo ma non disastroso, visto che anche l’Euro sta in perdita un po’ su tutte le valute.

Sul Dollaro americano, la Sterlina chiude a 1,36, in calo del 9%, ed a 1,35 in calo del 4,9% sul Franco svizzero. Anche l’Euro ha i suoi problemi e chiude a 1,11 in calo del 2,74% sul Dollaro americano ed a 1,084 sul Franco svizzero in calo dell’1,43%.

Brexit: trading su Sterlina, Dollaro, Euro

Sicuramente non è facile capire quali saranno gli andamenti delle valute nelle prossime settimane, in un periodo così turbolento e volatile come quello di questi giorni. Fatto sta che, se si vuole portare a casa qualche buon investimento, questo è il momento giusto per prendersi qualche rischio e tentare.

Un possibile investimento potrebbe essere quello sulla Sterlina, soprattutto se dovesse continuare la sua discesa fino a 1,1 sull’Euro. La Gran Bretagna è un grande paese, con basi solide, ricco, centro mondiale degli investimenti e, per quanto riguarda l’Europa, non ne ha mai fatto parte veramente. Pensare che la moneta inglese possa raggiungere un livello di svalutazione eccessivo è inutile, con una banca centrale pronta a sostenere la sua economia e le sue banche, la Gran Bretagna può stare tranquilla che la Sterlina prima o poi riprenderà a salire la china.

XTRADE E’ IL BROKER CHE TI ASSICURA LE MIGLIORI PERFORMANCE. CLICCA QUI: WWW.XTRADE.IT

Volendo entrare nel dettaglio, 1,1 potrebbe essere un’ottima soglia d’entrata per questo investimento. Altre possibilità sono sul Dollaro americano che potrebbe continuare a rafforzarsi, se l’economia a stelle strisce dovesse continuare su questi ritmi e la situazione europea non si sbloccasse nel breve periodo.

Brexit: diversificare il portafoglio

In una diversificazione di portafoglio, si può sempre contare sul Franco svizzero, che continua ad essere una delle valute rifugio per eccellenza insieme al Dollaro americano e allo Yen giapponese. Quest’ultimo, potrebbe risentire a breve di un cambio di rotta qualora gli investimenti si spostassero di nuovo verso l’Europa ed oltreoceano, causando un inversione di rotta notevole vista la liquidità drenata in questo periodo dal Giappone.

Inoltre, attenzione alle valute di Russia, Brasile e dei Paesi Arabi, che con il petrolio di nuovo in calo, potrebbero subire un’altra ondata di ritocchi al ribasso. Occhi puntati anche sul prezzo dell’oro, in salita in questi giorni e confermato sempre come bene rifugio per eccellenza. Un acquisto per bilanciare investimenti più rischiosi potrebbe essere un’ottima scelta di sicurezza.

Diversificare, sempre, e se in possesso di un po’ di coraggio provare a fare un giro sulla giostra della volatilità, cercando di portare a termine qualche buon colpo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *