Prestiti Personali Findomestic Dicembre 2016: migliori prestiti online per dipendenti e pensionati

findomestic prestiti

L’istituto di credito Findomestic che, si ricorda, dà la possibilità di richiedere prestiti personali al 100% online, anche per il mese di Dicembre propone soluzioni sicuramente vantaggiose per le più svariate situazioni e per molte diverse categorie di utenti.

Ciò di cui si vuole trattare nello specifico in questo momento, però, sono tutti coloro che rientrano nel gruppo dei lavoratori dipendenti e coloro che hanno abbandonato il mondo del lavoro e sono in pensione. Si vuole ricordare, inoltre, che le offerte hanno scadenze diverse. Di seguito, verrà approfondito l’argomento, elencando nel dettaglio le opportunità presenti nel sito di Findomestic.

Findomestic: prestiti personali per lavoratori a tempo indeterminato Dicembre 2016

Per tutti coloro che lavorano e hanno il contratto a tempo indeterminato, Findomestic mette a disposizione una speciale possibilità che è in grado di agevolare l’operazione del prestito per i richiedenti che ne abbisognano per qualsiasi tipo di progetto che vogliono realizzare. L’opportunità che salta all’occhio per questo mese di Dicembre è proprio il prestito che, come si evince dal sito in questione, viene denominato Cessione del Quinto.

Per chi non avesse dimestichezza con questi termini finanziari, ciò significa che la rata del prestito verrà addebitata sulla busta paga del richiedente, in modo da rendere il tutto più pratico e funzionale. In particolare, come sottolinea l’istituto di credito, si può ottenere questo tipo di prestito anche se l’utente ha, in contemporanea, altri finanziamenti attivi. Inoltre, sarà proprio l’azienda in cui il richiedente lavora a preoccuparsi di pagare la rata, addebitandola sulla busta paga. Per quanto riguarda il tan e il taeg, il primo è fisso di 5,93% e il secondo è fisso di 6,09%.

Finanziamenti Findomestic per i pensionati Dicembre 2016

In questo caso, Findomestic ha voluto accontentare, allo stesso modo dei lavoratori dipendenti, anche i pensionati. Ciò significa che, per tutti coloro che ne fossero interessati, viene proposta nuovamente la Cessione del quinto. Ovviamente, però, l’addebito della rata, a differenza della categoria precedente, avverrà tramite la pensione e non, per l’appunto, sulla busta paga.

Findomestic, in aggiunta, specifica che per questa offerta non ci sono le spese di apertura pratica, non viene fatta pagare neanche l’imposta di bollo, non ci sono le commissioni bancarie e di intermediazione e nemmeno l’imposta di bollo per comunicazioni periodiche. Inoltre, il tan è fisso ed è del 6,46% e anche il taeg è fisso e del 6,65%. Il che sta a significare che, volendo chiarire con un esempio, se si fossero richiesti ben 15.000 euro, le rate per saldare il debito sarebbero 120, pagando la somma mensile di 170 euro.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *