Vivere con pochi soldi: le migliori idee

Avere pochi soldi non è qualcosa di positivo, eppure è una realtà con la quale milioni di italiani (e di persone in tutto il mondo) sono costrette a fare i conti. Ma è possibile vivere abbastanza bene anche senza avere a disposizione grandi quantità di denaro?

In realtà sì. Pensa solo a quanta gente riesce a vivere con pochi dollari al giorno nel mondo! Tu hai a disposizione di più. Per vivere con pochi soldi bisogna solamente seguire qualche consiglio mirato a risparmiare il più possibile e a ottimizzare la resa del denaro. In poche parole bisogna imparare ad usare il denaro in modo molto, molto intelligente, non come spesso si fa gettando via soldi a destra e sinistra. Vediamo qualche consiglio per vivere con pochi soldi.

  1. Stabilisci un budget mensile e rispettalo. Hai l’affitto da pagare, le bollette? Stabilisci un budget che non devi superare di mese in mese. Ovviamente il budget dovrebbe essere inferiore rispetto a quello che guadagni.
  2. Cerca di fare una lista delle spese fisse (affitto, rata del mutuo, oppure tassa dell’auto, benzina). Da qui eliminate tutte quelle cose che non servono: come quel corso di yoga che non si segue mai, come quell’abbonamento online alla rivista che non leggiamo, come quel caffè che beviamo ogni mattino al bar e ci costa circa 25 euro al mese.
  3. I tagli sono indispensabili per vivere con pochi soldi. Bisogna cercare di capire cosa è davvero importante e che cosa non lo è e tagliare su quello che non serve. Non sempre tagliare è rinunciare: alcune volte è possibile semplicemente cambiare gestore della TV o di internet, oppure usare il classico trucco di chiamare l’operatore e dire che non si riesce più a pagare l’abbonamento. Spesso si ottengono dei tagli consistenti sulle spese in questo modo.
  4. Fai la spesa in modo intelligente, è una delle modalità migliori di vivere con pochi soldi. Devi cambiare lo stile di vita e cominciare a usare meno l’auto, e spostarti per cercare dei supermercati dove il cibo costa di meno, come gli hard discount. Non sempre la qualità è peggiore, ma i cibi basic come pasta, carne, pesce, frutta e verdura in questi posti costano di meno.
  5. Lascia sempre un margine di emergenza. Non spendere mai tutto quello che hai: quello che non viene speso dovrebbe essere messo da parte in un piccolo fondo che potrebbe tornare utile per le emergenze che possono sempre capitare.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *