Codice tributo 1655: cos’è, a cosa si riferisce e come si registra in contabilità

Nel 2014 l’Agenzia delle Entrate ha introdotto un nuovo codice tributo da inserire in fase di compilazione del modello F24: si tratta del codice tributo 1655; facciamo un piccolo approfondimento per cercare di capire a cosa si riferisce, quando va utilizzato e come si registra in contabilità.

Cos’è il codice tributo 1655?

Il codice tributo 1655 deve essere utilizzato dai datori di lavoro che agiscono da sostituti d’imposta e devono recuperare gli importi erogati a favore dei propri dipendenti sotto forma di bonus Renzi. Stiamo parlando di quel bonus da 80 euro che viene “antiticpato” dai datori di lavoro, che lo aggiungono direttamente alla busta paga dei dipendenti. Il codice 1655 è stato istituito appositamente per questo scopo e si riferisce esclusivamente al bonus Irpef che viene anticipato dai datori di lavoro.

Le somme anticipate (che per i datori di lavoro rappresentano un credito verso il Fisco) si possono recuperare tramite il modello F24 con la compensazione. Il codice tributo 1655 va inserito nella sezione erario dell’F24, più precisamente nella colonna denominata “a credito”. Negli altri campi bisogna inserire il mese e l’anno in cui le somme sono state erogate (fa riferimento la data in cui è stato pagato lo stipendio).

La compilazione del modello F24 e la registrazione in contabilità

Più dettagliatamente per compilare correttamente il modello F24 con il codice tributo 1655 bisogna inserire i seguenti dati: nella casella “rateazione/regione/provincia/mese di riferimento” bisogna indicare il numero corrispondente al mese in cui sono stati anticipati gli importi (ad esempio 05 per il mese di maggio); nella casella “anno di riferimento” bisogna indicare l’anno in cui c’è stata l’erogazione delle somme; la casella “importi a debito versati” deve rimanere vuota, mentre nello spazio “importi a credito” bisogna scrivere la cifra da recuperare; nella casella “Totale A” va inserita la somma degli importi a debito (quindi va lasciata vuota se non ce ne sono); nella casella “Totale B” va inserita la somma di tutti gli importi a credito che sono stati indicati nella sezione “erario”; naturalmente nello spazio “Saldo (A-B)” bisogna inserire il saldo finale.

Abbiamo visto a cosa si riferisce il codice tributo 1655 e sappiamo come inserirlo nel modello F24, ma ora bisogna capire come si registra in contabilità. Nel momento in cui si fanno le scritture contabili relative al pagamento degli stipendi bisogna aggiungere una scrittura come la seguente:

credito art. 1 DL 66/2014 a dipendenti c/retribuzioni

Il conto credito art. 1 DL 66/2014 va acceso tra i crediti verso l’erario e viene chiuso nel momento in cui si paga il modello F24.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *