Il trading online è un settore giovane: se si considera che la maggior parte dei lavori e delle occupazioni a cui ci si dedica per guadagnare soldi hanno secoli di storia alle spalle, il trading online, attivo da poco più di un decennio, è figlio unicamente del nuovo millennio.

A partire dalle pratiche guide e dalle informazioni messe a disposizione da tradingcenter.it, elenchiamo di seguito i 3 principali pregiudizi sul trading online. Fortunatamente le persone che decidono di ragionare autonomamente e dare una chance al trading online crescono di numero ogni giorno ma, comunque, si rende necessario sfatare i falsi miti che ancora impediscono al trading online di manifestare tutto il suo potenziale e le sue novità.

Fare trading online non ti fa guadagnare

Questo primo pregiudizio si fonda interamente sul desiderio di ognuno di realizzarsi nella vita, e di farlo senza sforzi. In Italia i conti on-line aperti finora sono più di 13 milioni: davvero si pensa che così tanti conti verrebbero aperti per fare trading online se questo non portasse profitto?

Ammesso e non concesso che possano esistere le galline dalle uova d’oro, ci vuole sempre e comunque del tempo e della dedizione per crescere una gallina fino al punto in cui non è capace di deporre delle uova.

Fare trading online, infatti, non è un hobby, ma un’occupazione, un lavoro vero e proprio. Come ogni lavoro, necessita di un periodo di formazione e di un impegno di tutto rispetto. Chi decide di fare trading online, e tradingcenter.it lo ribadisce sempre, non può assolutamente partire dalla presunzione di possedere fin dal principio le conoscenze e l’esperienza necessarie ad avere successo.

Profitti e successo arrivano con il tempo e con l’impegno, come ogni cosa nella vita. La verità della favola della gallina dalle uova d’oro non sta nella promessa di ricchezze ma nella dedizione con cui si cura l’animale; parimenti fare trading online non è fatto per chi non pensa che il lavoro è un’opportunità di crescita personale. Gli investimenti comportano disciplina, e ripagano con una migliore comprensione delle regole economiche che reggono il mondo e con profitti capaci di farvi completamente realizzare.

Fare trading online è come giocare d’azzardo

Questo secondo pregiudizio deriva in gran parte dal primo: iniziare a fare trading online senza un’adeguata preparazione, infatti, ti porterà molto probabilmente a perdere i tuoi investimenti senza sapere nemmeno come sia potuto accadere.

Il mercato finanziario ha le proprie leggi e l’economia è ormai una delle scienze più studiate al mondo: non vi è alcun modo per sfuggire a queste due verità. Nel corso dei secoli sono stati notevolmente affinati tutti gli strumenti per studiare gli andamenti dei mercati, ciò che serve all’investitore è la conoscenza del modo giusto per leggerli e indirizzare sapientemente i propri investimenti.

Le tanto famose analogie tra i giocatori di borsa e i giocatori d’azzardo fanno riferimento ad un’epoca da tempo passata, in cui le informazioni circolavano lente e l’unico modo per tenersi informati era leggere i giornali del giorno dopo. Basti pensare che all’inizio gli investimenti venivano comunicati via telegrafo!

Oggi la digitalizzazione ha permesso un potenziamento del mercato finanziario senza precedenti: le informazioni circolano in tempo reale e l’investitore è a tutti gli effetti un tecnico professionista.

I broker vogliono truffare le persone?

Questo è, indubbiamente, il peggiore tra i tre pregiudizi, che fa di tutta l’erba un fascio. Indubbiamente vi sono broker fraudolenti sul mercato, ma ormai sono alla portata di tutti gli strumenti per poter decidere autonomamente se il broker è affidabile o meno.

Per una guida completa su come scegliere il proprio broker di fiducia per il trading online, visitate www.tradingcenter.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *