Cosa inserire come causale in un bonifico regalo

Ormai una gran parte dei trasferimenti di denaro e dei pagamenti viene fatta tramite bonifico (magari sfruttando i servizi di home banking che rendono tutto estremamente più comodo), ma nonostante questo ci sono ancora tanti dubbi su quello che va scritto nello spazio dedicato alla causale; ad esempio, cosa bisogna inserire come causale in un bonifico regalo?

Cos’è la causale e perché è importante

Non si può dare una risposta precisa se prima non si sa bene cosa sia questa benedetta causale. Molto semplicemente, la causale è la motivazione che giustifica il trasferimento di denaro che si sta effettuando; questa motivazione va sempre indicata, sia quando si fanno i bonifici allo sportello della banca che quando si effettuano online. È molto importante riempire con le giuste parole questo spazio perché qualsiasi movimento bancario potrebbe essere oggetto del controllo del Fisco: ovviamente se il trasferimento di denaro è lecito non ci dovrebbero essere problemi a dimostrarlo, però se si indica la causale in modo corretto si possono evitare noie.

Molti si chiedono se sia necessario specificare la causale in un bonifico regalo: la risposta è sì! Se non viene specificato nulla, il trasferimento può sembrare sospetto e il Fisco potrebbe pensare che si tratti, ad esempio, di remunerazioni non dichiarate. Insomma, l’importanza della causale è enorme ed è opportuno sapere cosa scrivere in ogni situazione. Nessuno ci può impedire di fare un bonifico regalo a favore di un amico o di un parente, l’importante è farlo seguendo i giusti accorgimenti.

Quale causale in un bonifico regalo?

Se si tratta di importi di modesta entità la cosa migliore da fare è preparare una scrittura privata (se le cifre in ballo sono particolarmente elevate invece bisognerà fare un atto pubblico redatto presso un notaio e in presenza di due testimoni); la scrittura non serve tanto per proteggersi dai controlli del Fisco quanto per tutelarsi dalle opposizioni di qualche soggetto controinteressato. Ma torniamo al nostro problema: cosa scrivere come causale in un bonifico regalo.

Molto semplicemente, per le donazioni basta inserire nello spazio per la causale una frase tipo “regalo a mio fratello Andrea” o “regalo della nonna per mio nipote Guido”. È altamente sconsigliato indicare una prestazione sulla causale: ad esempio, se si vuole fare un regalo ad una persona che ha bisogno di soldi per sistemare il proprio bagno non bisogna scrivere “regalo a mio fratello Andrea per la riparazione del bagno”, perché in questo modo si attirerebbero i sospetti del Fisco, che potrebbe pensare che non si tratti di una donazione, ma di un corrispettivo in nero per una prestazione lavorativa.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *