Calcolo giacenza media libretto postale: cos’è e chi può effettuarla?

In alcune occasioni è necessario conoscere la giacenza media del libretto postale: questo dato ad esempio è fondamentale per poter richiedere la DSU (Dichiarazione Sostitutiva Unica) e compilare il modello ISEE (indicatore della situazione economica equivalente). Ma più precisamente cos’è la giacenza media del libretto postale, come si fa il suo calcolo e chi può effettuarlo?

RICHIEDI IL TUO PRESTITO

Richiesta di calcolo della giacenza media: chi può effettuarla?

La giacenza media del libretto postale esprime l’ammontare di denaro presente in media sul libretto all’interno di un determinato intervallo di tempo (solitamente un anno). Per fortuna non è necessario procedere con il calcolo a mano di questo valore: molto più semplicemente basterà recarsi presso un ufficio postale, portando con sé non solo il libretto postale (o la carta libretto), ma anche il codice fiscale e la carta di identità; l’impiegato fornirà al richiedente un modulo che deve essere compilato inserendo alcuni dati prima di essere restituito; a questo punto l’operatore potrà consegnare il foglio su cui è riportata la giacenza media del libretto postale. Tutto molto semplice, ma ricordiamo che questa richiesta può esser effettuata solo dalla persona a cui il libretto è intestato (se il libretto è intestato a due persone non è necessario che siano presenti entrambe).

Cos’è la giacenza media del libretto postale e come si calcola?

Per capire meglio come si può effettuare il calcolo facciamo un esempio relativo ad un libretto postale su cui sono registrate le seguenti giacenze mensili:

  • a gennaio ci sono 1.200 euro di giacenza;
  • a febbraio ci sono 1.500 euro di giacenza;
  • a marzo ci sono 2.200 euro di giacenza;
  • ad aprile ci sono 2.000 euro di giacenza;
  • a maggio ci sono 1.800 euro di giacenza;
  • a giugno ci sono 1.900 euro di giacenza;
  • a luglio ci sono 2.100 euro di giacenza;
  • ad agosto ci sono 1.600 euro di giacenza;
  • a settembre ci sono 1.500 euro di giacenza;
  • ad ottobre ci sono 1.600 euro di giacenza;
  • a novembre ci sono 1.700 euro di giacenza;
  • a dicembre ci sono 1.300 euro di giacenza.

Sommando tutte questi importi si ottiene 20.400 euro; per ottenere la giacenza media del libretto su base annua basta dividere questo valore per 12 (il numero di mesi presenti in un anno), e si ottiene 1.700 euro. Ovviamente questo era un esempio semplicistico che ha il solo scopo di spiegare cos’è la giacenza media del libretto postale: per conoscere il dato esatto come abbiamo visto il modo migliore è quello di recarsi presso un ufficio postale e compilare l’apposito modulo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *