Codice tributo 6033: cos’è, a cosa serve e come si calcola?

Nel corso dell’anno ci sono delle date che vengono attese con un po’ di paura dai contribuenti: sono le date di scadenza entro le quali bisogna pagare i vari tributi. Pagare tasse e imposte non è mai un’esperienza piacevole, soprattutto se quando si compila il modello F24 si ha il timore di sbagliare qualcosa: in questo caso cercheremo di eliminare tutti i dubbi relativi al codice tributo 6033, andando a scoprire cos’è, a cosa serve e come si calcola.

RICHIEDI IL TUO PRESTITO

Cos’è e a cosa serve il codice tributo 6033

Il codice tributo 6033 è quello che fa riferimento al versamento dell’IVA e più precisamente al pagamento dell’imposta sul valore aggiunto del terzo trimestre (ovviamente va utilizzato dai contribuenti che versano l’IVA trimestralmente). Questo pagamento riguarda quindi le operazioni registrate nel periodo che va dal primo luglio al trenta settembre e va effettuato entro il 16 novembre (se questa data capita di sabato o di domenica, la scadenza slitta al primo giorno lavorativo successivo).

È importante ricordare che per quanto riguarda il versamento dell’IVA i codici tributi variano a seconda del periodo di riferimento: chi effettua i versamenti mensili utilizza i codici che vanno dal 6001 (che corrisponde al mese di gennaio) al 6012 (che corrisponde al mese di dicembre) più il 6013 per il versamento acconto IVA di dicembre, mente chi effettua i versamenti trimestralmente deve usare il codice 6031 per il primo trimestre, il 6032 per il secondo trimestre, il nostro codice tributo 6033 per il terzo trimestre e il codice 6034 per il quarto trimestre (più il codice 6035 per il versamento IVA in acconto).

La compilazione del modello F24

Il pagamento si effettua tramite modello F24 con modalità telematica, ovvero sfruttando i servizi online dell’Agenzia delle Entrate, Entratel o Fisconet, i servizi di internet banking (ma solo se il saldo non è pari a zero) oppure tramite intermediari abilitati. La sezione da compilare è quella Erario, ovvero quella dedicata alle imposte dirette, all’IVA, alle ritenute alla fonte, ad altri tributi e interessi.

Nella prima clonna si inserisce il codice tributo 6033; nella seconda non va scritto nulla; nella terza colonna si indica l’anno di riferimento; nella quarta si inseriscono gli importi a debito e in quella successiva gli eventuali importi a credito (va lasciata in bianco se non ce ne sono). Nella riga Totale sono presenti gli spazi in cui inserire la somma degli importi a debito e la somma degli impoti a credito presenti in tutta la Sezione Erario; nella casella Saldo va inserita la differenza tra questi due valori.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *