Tramite l’Osservatorio del Mercato Immobiliare l’Agenzia delle Entrate segue l’andamento delle vendite e delle locazioni di abitazioni, uffici, negozi e capannoni ed ogni sei mesi aggiorna le sue quotazioni immobiliari di tutti i comuni italiani; esiste un servizio di navigazione che permette dii consultare il valore immobiliare: GEOPOI. Vediamo come funziona e come viene effettuata la valutazione.

Come viene effettuata la quotazione degli immobili

L’Osservatorio del Mercato Immobiliare si occupa di stilare delle quotazioni immobiliari (aggiornate ogni sei mesi) per ciascuna zona territoriale omogenea di tutti i Comuni italiani; queste quotazioni vengono riportate poi su delle tabelle in cui vengono indicati il prezzo minimo e il prezzo massimo al metro quadro per l’acquisto e la locazione dei vari immobili, distinti in base alla loro tipologia e al loro stato di conservazione.

Queste quotazioni possono essere utilizzate dai cittadini per avere un’idea del valore di un immobile, ma soprattutto sono utili all’Agenzia delle Entrate che per le quali hanno valore di indizio nell’ambito degli accertamenti, anche se in nessun modo possono sostituire una stima effettuata da un professionista.

Per determinate le quotazioni immobiliari l’OMI utilizza i dati rilevati ed elaborati dalle strutture provinciali dell’Agenzia delle Entrate: in ogni ufficio sono presenti dei tecnici deputati alla rilevazione del mercato immobiliare, avvalendosi a loro volta della collaborazione degli ordini e delle associazioni professionali. Chiunque può consultare in modo del tutto gratuito le quotazioni OMI: tramite il sito dell’Agenzia delle Entrate è possibile visualizzare le tabelle facendo una normalissima ricerca testuale; è sufficiente selezionare il semestre di riferimento, la Provincia, poi il Comune, la zona ed infine la destinazione d’uso. In alternativa è possibile consultare il valore immobiliare con GEOPOI.

Come funziona la ricerca del valore immobiliare con GEOPOI

L’Agenzia descrive GEOPOI (Geocoding Point of Interest) come un framework cartografico che permette di consultare le quotazioni per Comune e per zona OMI attraverso una navigazione cartografica.

In altre parole si tratta di una mappa grazie alla quale è possibile navigare sull’intero territorio nazionale ed accedere alle quotazioni OMI sfruttando le funzionalità di ricerca per indirizzo e lo zoom. Andando sul sito https://wwwt.agenziaentrate.gov.it/geopoi_omi/index.php si trova una mappa: in alto sono presenti i campi per effettuare una ricerca:

  • ricerca per toponimo, la soluzione forse più semplice, visto che basta inserire l’indirizzo dell’immobile a cui si è interessati e cliccare sul pulsante Vai per visualizzare il punto sulla mappa; basta cliccare sulla zona OMI corrispondente per scegliere tra le voci residenziale, commerciale, produttiva e terziaria per aprire una nuova pagina in cui viene riepilogato il risultato dell’interrogazione, con indicazione del semestre, della provincia, del Comune, della fascia, del codice della zona, della tipologia prevalente e della destinazione, seguire dalla tabella con i valori immobiliari minimi e massimi;
  • ricerca zone OMI, per sfruttarla bisogna già conoscere in quale zona OMI si trova l’immobile a cui si è interessati; chi utilizza questo strumento vedrà comparire su GEOPOI la mappa del comune divise in zone OMI, ognuna delle quali è caratterizzata da un colore diverso. Una volta individuata la zona di interesse basta cliccarci sopra per far comparire il menù di scelta tra immobile residenziale, commerciale, produttiva e terziaria per accedere a tutte le informazioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *